Bukurìa Arbëreshe attraversa Cosenza

Domenica 20 maggio numerosi gruppi provenienti dai paesi italo-albanesi d’Italia hanno colorato la città. Breve cronaca e qualche scatto dall’evento.

Bukuria arbereshe 17

Il termine “bukurìa” significa “bellezza”, ed è proprio la bellezza di un popolo in festa quella che ha sfilato lungo le strade di Cosenza domenica 20 maggio.

Non una manifestazione folkloristica, come ha sottolineato papas Pietro Lanza nel saluto iniziale, ma un momento per rafforzare e comunicare una identità ancora oggi custodita gelosamente nelle numerose comunità italo-albanesi sparse tra Calabria, Basilicata, Sicilia e non solo. Approdate in Italia per sfuggire al pericolo delle invasioni turche, le popolazioni provenienti dall’altra sponda del Mare Adriatico hanno portato con loro la propria lingua, le proprie tradizioni, il proprio rito religioso. Un bagaglio socio-culturale consistente, che gli appartenenti alla minoranza arbereshe sono riusciti a coltivare attraverso i secoli.

Cosenza Bukuria Arbereshe 11

La festa ha avuto inizio dalla chiesa del SS. Salvatore, sede della parrocchia di Rito Greco dell’Eparchia di Lungro, sul cui sagrato si sono concentrati i gruppi provenienti da quasi tutte le comunità italo-albanesi interessate. E quest’anno la manifestazione ha avuto anche un significato particolare, ricorrendo il 550° anniversario della morte di Skanderbeg, il condottiero cui è anche dedicato un busto posto sulla balconata di corso Plebiscito.

A dominare l’intera iniziativa sono stati i colori vivaci con cui sono realizzati i particolari costumi indossati per l’occasione soprattutto dalla componente femminile, che li ha sfoggiati al suono di musiche e canti tradizionali. Costumi di gala soprattutto, indossati solo nelle grandi festività e realizzati con materiali preziosissimi, ma anche vestiti di mezza festa e giornalieri, a testimonianza della varietà delle fogge e dei significati.

La sfilata si è snodata lungo il ponte Alarico e l’isola pedonale di corso Mazzini, per giungere poi nello spazio aperto di Piazza Bilotti compiendo così una “traversata” nel cuore di Kosenxë, città nella quale risiede una nutrita comunità arbëreshe.

Lorenzo Coscarella

Bukuria arbereshe 20-5-2018

in PdV, 24/05/2018, p. 16

Istantanee dall’evento:

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s