“Ricordi garibaldini nella provincia di Cosenza”

Questo è il titolo di un articolo dello studioso cosentino Stanislao De Chiara, apparso il 1° giugno 1922 su La Lettura, rivista mensile illustrata del Corriere della Sera. Uno sguardo da Milano su Cosenza e sui cosentini protagonisti del Risorgimento. 

La Lettura Corriere della Sera

Continua a leggere

Annunci

Cosenza: la rivolta sfumata di fine ottobre del 1843

L’insurrezione cosentina del 15 marzo 1844 fu preceduta da un tentativo di rivolta nell’ottobre precedente. Il tentativo fallito era stato organizzato con alcune riunioni nelle attuali frazioni di Cosenza.

Cosenza_Porta_di_Ferro_PortapianaIn una notte di fine ottobre del 1843 un gruppo di persone armate attraversava Sant’Ippolito. Proveniva da Torzano. Gli armati chiedono dell’acqua, le indicazioni della via per Donnici, e si incamminano per la loro strada.

Ci sarebbero voluti mesi per capire cosa stesse succedendo …

Clicca qui per leggere l’articolo:

La rivolta sfumata di fine ottobre del 1843

 (articolo intero su Parola di Vita, 4/12/2014, p. 19)

Rivolta_1843_L.Coscarella

Cosenza, 15 marzo 1844

XV Marzo Cosenza

La data che più di ogni altra lega la città di Cosenza al Risorgimento nazionale è il 15 marzo 1844.

È il giorno in cui alcuni patrioti provenienti dalla città e da altri paesi della provincia insorsero contro le autorità locali proprio sulla piazza antistante il palazzo dell’Intendenza, o Prefettura, che da quegli avvenimenti prende il nome di “Piazza XV marzo”.

Cosenza-statua-libertà-Italia

L’eco di questa rivolta incoraggiò i fratelli Bandiera a preparare la loro spedizione in Calabria, sperando di trovare terreno fertile per una sollevazione popolare. Ma, come noto, così non fu …

Clicca sull’immagine per leggere l’articolo intero di Lorenzo Coscarella, pubblicato su PdV del 17/03/2011:Articolo Risorgimento Cosenza PDV.JPG

Galleria di immagini storiche su Cosenza, i martiri del 1844 e i Fratelli Bandiera:

Lorenzo Coscarella