Calabria: torna il libro più antico stampato in ebraico

Le Esplorazioni da cosentine diventano calabresi, questa volta, per dare rilievo ad un interessante tesoro bibliografico “made in Calabria”: il più antico testo stampato in ebraico giunto fino a noi. 

Commentario Rashi Reggio Calabria

Tra febbraio e marzo del 1475, era attiva a Reggio Calabria, nell’estrema punta della penisola, una delle primissime tipografie italiane. Dall’invenzione della stampa a caratteri mobili, da parte di Gutemberg, in Germania, era passato appena un ventennio. Continua a leggere

Annunci

Il titolo di Città per Rende e Mendicino

I due comuni del cosentino sono stati insigniti del riconoscimento. Molti centri in Calabria godono di questo riconoscimento da alcuni secoli e per le ragioni più varie.

Rende Cosenza

Rende e Mendicino sono da ora, per la legge, le due città più giovani della Calabria. I due comuni infatti sono stati insigniti del titolo di Città. Cosa significa questo? Continua a leggere

Cosenza e il futurismo di Boccioni

Una serie di opere dell’artista contemporaneo è ora esposta in modo permanente a Cosenza tra le sale di Palazzo Arnone.

Mostra delle opere di Boccioni a Palazzo Arnone,

Sulla moneta da 20 centesimi è rappresentata un’opera d’arte di Umberto Boccioni, maestro del Futurismo italiano. Pochi sanno che su quella moneta c’è un po’ di Calabria.

Mostra delle opere di Boccioni a Palazzo Arnone.Boccioni infatti nacque proprio a Reggio Calabria il 19 ottobre 1882, da genitori romagnoli. Il padre per motivi di lavoro cambiava spesso città, ma questa permanenza a Reggio ha permesso di legare alla Calabria uno dei più grandi artisti di tutti i tempi.

Per rendere omaggio a questo Maestro, la Galleria Nazionale di Cosenza ha di recente acquisito una importante serie di opere, provenienti da collezioni private e ora esposte in modo permanente in uno degli ambienti del prestigioso museo.

Mostra delle opere di Boccioni a Palazzo ArnoneQuella di Cosenza è una collezione straordinaria di disegni del Boccioni, tra i principali rappresentanti del Futurismo italiano, morto nel 1916 in provincia di Verona.

Si tratta di incisioni, disegni, semplici schizzi, opere di grafica e lavori preparatori di altre opere. L’esposizione è curata in modo che tutto il materiale sia valorizzato e fruibile nel migliore dei modi. Curiosi i disegni eseguiti sulle due facciate di vari fogli, presentati in modo da renderne visibili entrambi i lati.

L'opera di Boccioni 'Forme uniche della continuità nello spazio'Tra i pezzi esposti anche una copia dell’opera raffigurata sulla moneta 20 centesimi, “Forme uniche della continuità nello spazio”, realizzata nel 1913 e che rappresenta una figura umana in movimento.

La Galleria Nazionale di Palazzo Arnone si sta confermando sempre più come polo museale di grande interesse. La mostra permanente su Boccioni si va infatti ad aggiungere alle importanti collezioni già esposte in modo permanente nel palazzo cosentino e visibili gratuitamente. Oltre a ciò, la Galleria ospita numerose mostre temporanee che di volta in volta focalizzano l’attenzione su temi o autori specifici.

Lorenzo Coscarella

(PeopleLife, Gennaio 2015, p. 32)